Home Page Brolo Suggerimenti Segnala Brolesi ad un amico Contattaci Chi siamo
Nome Utente:
Password:

    Home Page
    Bacheca
    Il Muretto
    Articoli
          leziioni di balli carai...
          leziioni di balli carai...
          le interviste di sgna...
          stazione fs di brolo
    Appuntamenti
    Cronaca Locale
    Cerca nel Sito
    Recensioni
    Profili Personali
    Photo Blog
    Brolesi nel mondo
    Siti Segnalati
    News
    F.A.Q.
    Scambio Banner
    Pagine Dinamiche
          Detti Siciliani
          Elezioni 2007
          Estate 2008


Un sito al giorno  Un sito al giorno....



Hai un sito personale? Un blog? O anche un sito che ti piace e che vuoi far conoscere ad altri?

Segnalacelo!


    



 


Utente: teo

Attenzione! Per leggere tutti gli articoli devi loggarti al sito.

Nuovi elementi dal tuo ultimo accesso!  Il futuro dell’Italia e del mondo (Cosa ci sarà e cosa no)inserito il 14 Mar 2007 ore 00:21
Abstract


Non ci saranno più i leghisti, i fascisti, i comunisti (nemmeno i cinesi si chiameranno più così).
Ci saranno invece ancora destra e sinistra che troveranno nuovi motivi per litigare.

E ci sarà ancora la lotta per il potere, e ci sarà chi lo ottiene e chi no.
Ci saranno sempre i soldi e ci saranno sempre le differenze tra chi ce li ha e chi no.

E ci saranno i poveri, quelli che hanno niente, e saranno sempre di più, ma non è detto che l’attuale divisione tra nord e sud del mondo, con quest’ultimo più povero ci sarà ancora.

Non ci saranno più gli extracomunitari perchè questa parola non avrà più senso ma ci saranno ancora i delinquenti e andranno a vedere le partite di calcio chissà se insieme alle loro famiglie, alle donne e ai bambini.

Ci saranno i gay, le lesbiche e tutte le altre distinzioni sessuali ma ci sarà sempre una coppia fatta da un uomo e una donna e sarà sempre il centro della nostra società.
La famiglia ci sarà ancora ma non so come sarà definita e non mi importa neanche.

Non ci sarà più il potere della Chiesa Cattolica o quantomeno sarà molto ridimensionato. Ci sarà invece ancora la religione, anzi le religioni, perchè accanto a quella cristiana terremo conto anche di quella mussulmana e non è detto che non ne arriverà qualcun’altra dall’oriente (Taoismo?).

Ci saranno ancora le droghe e saranno sempre più subdole ma, esattamente come oggi, le più dannose saranno quelle legali.

E ci sarà ancora l’arte, anzi le arti perchè saranno innumerevoli, ma probabilmente non ci sarà più la pittura e la scultura, e forse alcuni dei media che esse useranno ancora non sono stati neanche inventati.

Un solo dubbio ho su questo futuro: non tanto se io ci sarò (non importa), ma quanti saranno a vederlo. Perchè è qui che si arriverà che ci piaccia o no, ma resta da capire se ci si arriverà attraverso la guerra o attraverso la pace.

   


Copyright (c)2006-2020 - Brolesi.it - Tutti i diritti riservati