Home Page Brolo Suggerimenti Segnala Brolesi ad un amico Contattaci Chi siamo
Nome Utente:
Password:

    Home Page
    Bacheca
    Il Muretto
    Articoli
          leziioni di balli carai...
          leziioni di balli carai...
          le interviste di sgna...
          stazione fs di brolo
    Appuntamenti
    Cronaca Locale
    Cerca nel Sito
    Recensioni
    Profili Personali
    Photo Blog
    Brolesi nel mondo
    Siti Segnalati
    News
    F.A.Q.
    Scambio Banner
    Pagine Dinamiche
          Detti Siciliani
          Elezioni 2007
          Estate 2008


Un sito al giorno  Un sito al giorno....



Hai un sito personale? Un blog? O anche un sito che ti piace e che vuoi far conoscere ad altri?

Segnalacelo!


    






 



AnnoZero
Ho appena finito di guardare “AnnoZero”... tanto atteso... tanto contestato, tanto da farne addirittura un caso politico. Classica italica esagerazione.
[ maggiori dettagli nel mio primo messaggio ]

Moderatore: GiM

Il muretto appartiene alla categoria Generici

Il muretto è stato visitato 1025 volte
Entra elenco sezioni...
Re: ed invece... di teo
9 Giu 2007 ore 15:54

Ottimo il paragone calcistico.
Io sono uno juventino e da una vita mi dicono (e mi diranno sempre) che vinciamo perchè ci compriamo le partite...
Per cambiare questo non conta quello che posso dire (e dico sempre) io conta solo l’immagine che dà di sè la società F.C. Juventus e ovviamente i risultati sul campo!




Re: ed invece... di Ales
9 Giu 2007 ore 11:27

Chi va a messa ogni domenica, professa il suo credo nellla chiesa:«Una, Santa, Cattolica e Apostolica», e quindi, teo sono contento che chi vede la chiesa dall’esterno la vede come un tutt’uno. Questo però non significa che la Chiesa sia (purtroppo) compatta: non vedo dove la mia distinzione sia fuori luogo, in quanto chi comunica il pensiero della chiesa, è spesso (e ripeto il “purtroppo”), solo il Magistero, non la Chiesa, per questo motivo le critiche andrebbero indirizzate ad esso. Per farti un esempio molto banale (questo probabilmente fuori luogo, ma non me ne vengono altri), è come criticare tutta la società sportiva F.C. Juventus perché Moggi comprava arbitri e partite). Purtroppo (per la terza volta), la sensazione di GiM, ce l’ho anche io. Spesso (come hai fatto anche tu, teo), guardiamo alla Chiesa come istituzione, ignorando che la Chiesa è anche altre 6 cose: popolo di Dio, sacramento, società, corpo di Cristo, comunione, sposa di Cristo



Re: ed invece... di GiM
8 Giu 2007 ore 22:04

Scusa, non potrebbe essere che ci sia anche una sorta di pregiudizio nel non cattolico (non in generale, ma in alcuni) nei confronti della Chiesa? Io questo lo noto... a volte molto.



Re: ed invece... di teo
8 Giu 2007 ore 21:17

Scusate ma per vari motivi non sono riuscito a rispondere prima...
Cmq voglio chiarire meglio il mio punto di vista sul presunto “attacco” alla Chiesa.
Per me è normale che un’istituzione come la chiesa sia criticata e inevitabilmente divida. Non siamo ingenui la chiesa ha un potere enorme da secoli e soprattutto qui in Italia! Quello che sta succedendo è nella normale dialettica, spesso aspra, del nostro paese.
Per questo ritengo esagerate se non ingiustificate certe prese di posizione.

Per quanto riguarda la distinzione di ales, secondo me è fuori luogo per motivi di comunicazione. Chi vede la chiesa dall’esterno la vede come un tutt’uno: che poi ci siano padre zanotelli, i preti pedofili, o Bagnasco sono dettagli che contano nel momento della notizia e poi spariscono. Resta solo la Chiesa e l’immagine che dà di sè. Anche in questo io vedo un'oggettiva difficoltà della Chiesa (e anche dei cattolici praticanti) di comunicare con chi non è cattolico.





Re: ed invece... di Ales
4 Giu 2007 ore 10:37

Non credo che la Chiesa si senta “ingiustificatamente sotto attacco”: è attacata ed è un dato di fatto.
In un’altro Paese si sarebbe fatta sicuramente senza polemiche questa trasmissione, ma proprio perché siamo in Italia è doveroso che la fede cattolica risalti questi eventi e questi errori nella Chiesa.
Scusa, teo, non vedo dove Fisichella si sia fatto “incastrare”; se non la difende lui a prioriri la Chiesa, chi dovrebbe farlo? Bada bene, io non difendo la Chiesa a tutti costi. Le distinzioni non sono fuori luogo, in quanto quello che noi critichiamo spesso è il Magistero della Chiesa. La Chiesa è l’insieme di TUTTI i battezzati e io sono il primo a criticare la stragrande maggioranza di chi si definisce cattolico. La lezione di Giovanni Paolo II, a tal proposito è di chiedere perdono per le colpe commesse, e non mi pare che la Chiesa popolo di Dio, non lo faccia.



Re: ed invece... di Alekos
4 Giu 2007 ore 00:32

anche se a malincuore.. appoggio l’idea di teo
La Chiesa (intesa come organo ufficiale) ha difficoltà nell’utilizzo dei mezzi di comunicazione.
Per quanto riguarda la trasmissione “Annozero” io ho guardato solo i primi 30minuti perchè quando si parla di pedofilia mi viene da vomitare. E non uso eufemismi mi viene da vomitare seriamente.
In quei pochi minuti che ho visto ho sentito un paio di cose che mi hanno colpito: una detta da Travaglio (che ritengo l’unico giornalista in Italia) e un’altra detta da Don Fortunato Di Noto.

Travaglio: Lo scalpore riguardo la trasmissione è stato portato avanti dai politici (non dalla Chiesa)... perchè?

Don Fortunato: Il problema pedofilia riguarda tutti. Esistono delle lobbi di pedofili (ndr: e lui ne sa un più di noi vista la battaglia che conduce da svariati anni). Come mai non se ne parla e li si lascia agire indisturbatamente (o quasi)? L’unico a parlarne e a far emergere queste cose è lui... i nostri politici (quando ci sono da fare queste denunce) dove sono?

I nostri politici portano avanti discussioni del tipo “bisogna mandare in onda questo.... non bisogna mandare in onda quell’altro” ma è possibile che tutto il dibattito politico si esaurisca sulle trasmissioni da far vedere ai cittadini?

Questa è una mia riflessione che ho voglia di condividere con voi.






Re: ed invece... di teo
1 Giu 2007 ore 20:49

Io credo che la Chiesa e i cattolici si sentano ingiustificatamente sotto attacco.
La trasmissione di ieri non mi ha particolarmente interessato perchè in un altro paese si sarebbe potuta fare senza troppe polemiche. Qui in Italia la sindrome da Par Condicio e di attacco perenne l’ha fatta diventare una trasmissione eccezionale e scandalosa.
Anche Fisichella che considero persona intelligente, dopo una buona premessa si è fatto incastrare nella logica della difesa a priori della Chiesa (distinzioni al suo interno sono fuori luogo secondo me)

Come la penso sulla Chiesa già l’ho detto e non mi ripeto. Qui annoto un’altra cosa evidente nella trasmissione di ieri.
la Chiesa ha grandi difficoltà nell’usare i mezzi di comunicazione e a superare i limiti direi “burocratici” al suo interno. Se la lezione di Giovanni Paolo II a questo proposito fosse stata assimilata all’interno della Chiesa Cattolica non si sarebbero fatti e non si farebbero quegli errori evidenti nei casi dei preti pedofili.



ed invece... di Adrian(a)naga ieo
1 Giu 2007 ore 18:00

Giuditta, ti posso assicurare che la questione, per quanto possa sembrare evidente, spacca l’opinione, eccome! Soprattutto su internet dove nel botta e risposta non si iene conto di chi ti legge.
Ha fatto benissmo Ales a chiarire già da subito che la Chiesa, in quanto composta da uomini, può commettere degli errori che vengono giustamente puniti (c’è chi discute sul come e se è valido, ma l’importante è che venga mantenuta giustizia, no?). Ma io lo dico da tempo: è andato di moda accusare la Chiesa ed ora che la moda, come tutte, sembra stia passando, tuti rimangiano ciò che han detto, ritrattano, chiedono scusa e cambiano discorso.
Ok, nulla da stupirsi, lo sappiamo tutti come son fatti gli italiani quando voglio farsi sentire.
A me importa che finalmente si sia dato un taglio e che anche il suddetto video non abbia fatto tanto scalpore come preannunciato.



Re: Primo messaggio (spiegazione del Muretto) di giuditta
1 Giu 2007 ore 17:30

Ales scusami non penso che il confronto su tematiche così importanti possa dividere le opinioni..... certo questi sono argomenti dove le opinioni diverse sono tante, ma l’unico modo per cercare di affrontare meglio tematiche così scottanti e ascoltare opinioni diverse e riflettere.Non tutti la possiamo pensare allo stesso modo, e qiuesto e giusto... certo però che usare rispetto verso gli altri è fondamentale. Io, purtroppo, ieri sera ho potuto vedere solo i primi venti minuti del programma e non è facile dare un giudizio, di certo la Chiesa dalla sua nascita ad oggi non è stato un buon esempio sotto certi punti di vista.... indipendentemente dal fatto ke esiste Dio o meno io penso solo ke basterebbe ascoltare una sola frase del Signore per fare in modo che tutto vada per il meglio e cioè ama il prossimo tuo come te stesso. Certo non è proprio facile e forse neppure possibile ma almeno provare a rispettarci nei rapporti più importanti. Di fronte ai fatti raccontati ieri sera io mi chiedo che esempio può dare la Chiesa???? Qui non si tratta di rispetto soltanto ma di abusi.... abusi su minori....maaaaaa.... non so???????



Re: Primo messaggio (spiegazione del Muretto) di Ales
1 Giu 2007 ore 09:34

Ho visto annozero ieri sera (già iniziato purtroppo, non ho visto il video in questione). Ennesima dimostrazione di volere attacare la Chiesa, specie quando l’occasione è servita su un piatto d’argento. Al riguardo ricordo solo che la Chiesa non è Dio, ma un popolo di uomini. Smettiamola, poi, di confondere la Chiesa con il Magistero della Chiesa. Non dico altro per lo stesso motivo per cui preferisco evitare questo genere di discussioni, in quanto servono solo a dividere le opinioni, non ad un sereno confronto (ecco perché non ho mai scritto su liberamenteblog, nonostante lo legga tanto per citare un esempio)





Copyright (c)2006-2020 - Brolesi.it - Tutti i diritti riservati