Home Page Brolo Suggerimenti Segnala Brolesi ad un amico Contattaci Chi siamo
Nome Utente:
Password:

    Home Page
    Bacheca
    Il Muretto
    Articoli
          leziioni di balli carai...
          leziioni di balli carai...
          le interviste di sgna...
          stazione fs di brolo
    Appuntamenti
    Cronaca Locale
    Cerca nel Sito
    Recensioni
    Profili Personali
    Photo Blog
    Brolesi nel mondo
    Siti Segnalati
    News
    F.A.Q.
    Scambio Banner
    Pagine Dinamiche
          Detti Siciliani
          Elezioni 2007
          Estate 2008


Un sito al giorno  Un sito al giorno....



Hai un sito personale? Un blog? O anche un sito che ti piace e che vuoi far conoscere ad altri?

Segnalacelo!


    






 



Referendum Elettorale
E’ tutt’ora in corso la raccolta firme per i referendum sulla legge elettorale (info su: www.referendumelettorale.org).
Cosa sapete?
Come giudicate questa legge elettorale?
Ritenete che la via principale per un cambiamento passi dal referendum?

Moderatore: GiM

Il muretto appartiene alla categoria Politica

Il muretto è stato visitato 1227 volte
Entra elenco sezioni...
Referendum ammissibili di GiM
19 Gen 2008 ore 02:10

E’ di qualche giorno la notizia che la Consulta ha ritenuto ammissibili tutti e 3 i quesiti referendari proposti... si voterà tra il 15 aprile e il 15 giugno... a meno che non cambino la legge... augurandomi, se lo fanno, che il cambiamento sia in meglio!
Ho riattivato questo muretto, oltre che per segnalare la notizia, anche per lasciare spazio, x chi vuole, ad un confronto sereno... per raccogliere le nostre idee... per farci sentire (anche se in piccolo... ma non si sa mai oggi con Interent arrivi ovunque !



Che ne pensate? di GiM
26 Nov 2007 ore 22:16

...dite la vostra... se volete.



Giusto per aggiornare di GiM
26 Nov 2007 ore 22:16

Referendum, oltre 500mila firme valide
I tre quesiti sulla legge elettorale sono stati depositati lo scorso 24 luglio

ROMA - Ci sono tutte le 500 mila firme valide a supporto della presentazione di ciascuno dei tre quesiti sulla legge elettorale depositati in Cassazione - lo scorso 24 luglio - dal Comitato promotore per il referendum presieduto da Giovanni Guzzetta. Lo si è appreso da fonti della Suprema Corte. La validità delle firme sarà ufficialmente certificata mercoledì nella riunione dell’Ufficio per il referendum della Cassazione presieduto da Corrado Carnevale. Il lavoro di controllo delle firme svolto dai ’certificatori’ delPalazzaccio si è fermato dopo che, per ciascuno dei tre quesiti, sono state conteggiate circa 540 mila firme valide. Il margine di 40 mila firme valide in più di quelle necessarie è ritenuto più che sufficiente. Complessivamente il comitato promotore - che conta esponenti bipartisan, da Arturo Parisi a Stefania Prestigiacomo, da Gianni Alemanno a Giovanna Melandri, da Mario Segni a Peppino Calderisi - aveva depositato 820.916 firme. Dopo l’ufficiale ’via libera’ della Cassazione serve quello della Corte Costituzionale che dovrà esprimersi entro metà gennaio. Alle urne si potrebbe arrivare già in primavera.

QUESITI - Il 1° e il 2° quesito depositati - come si legge sul sito del Comitato - si propongono di attribuire il premio di maggioranza alla lista più votata (e non alla coalizione) e l’innalzamento della soglia di sbarramento. Il 3° quesito, invece, punta all’abrogazione delle candidature multiple.

Tratto da: www.corriere.it



Consegnate le firme di GiM
30 Lug 2007 ore 09:00

Dal sito del Corriere della sera: www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2007/07_Luglio/24/referendum_firme_cassazione.shtml

«Il Comitato per i referendum elettorali ha depositato martedì 820.916 firme alla Corte di Cassazione. «Si tratta di una valanga gentile, superiore a quanto richiesto dalla Costituzione», ha detto Giovanni Guzzetta, presidente del comitato. [...] . «A tutti i profeti di sventura che scommettevano sul nostro fallimento, voglio dire che l’Italia merita molto più del cinismo su due guanciali su cui loro poggiano», ha aggiunto Guzzetta. «Questo giorno è sia un punto di arrivo sia un punto di partenza», ha detto Parisi. «I cittadini ci dicono ancora una volta che dobbiamo rafforzare il bipolarismo».»

Ed ora la palla passa alla Cassazione che dovrà valutare la costituzionalità dei referendum. Che sia il primo passo per cancellare una delle peggiori leggi elettorali della repubblica? Dopo che nessuno dei politici ha fatto nulla, forse è il caso che una “spallata dal basso” sconvolga qualche politico troppo legato alla propria poltrona e si faccia una legge elettorale in cui accanto a stabilità, si possa conciliare una reale scelta del candidato da parte dei cittadini!



Re: I quesiti proposti di GiM
11 Lug 2007 ore 11:09

Tutti ci lamentiamo che in Italia ci sono troppi partiti... ma è una lamentela fine a sè, o facciamo qualcosa perché ciò cambi? Io ritengo che questo referendum sia un punto di partenza, anche per far capire al Governo che dopo la promessa di modifica della legge elettorale deve diventare realtà (è più di un anno che c’è questo governo, ma in questa direzione non s’è fatto nulla. Non è che per caso vuol imitare il precedente governo ed approvare un’altra riforma elettorale “porcata” negli ultimi mesi?). Ma soprattutto deve diventarlo in una ben chiara direzione: riduzione del numero dei partitini, quindi garantire maggiore stabilità ed evitare che un governo sia “schiavo” di partiti con pochi deputati/senatori; che siano gli elettori a scegliere chi eleggere e non le segreterie di aprtito attraverso l’attuale meccanismo delle liste senza preferenza; che finisca lo schifo di veder candidate persone in mezza Italia: ognuno si candidi SOLO dove ha la residenza (l’eletto non deve rappresentare lo popolazione iviresidente? Allora, a mio avviso, è giusto che sia residente lì).

Domanda finale: dove è possibile firmare, a Brolo, per questo referendum?



I quesiti proposti di GiM
21 Giu 2007 ore 23:54

1° Quesito – modulo colore verde
Premio di maggioranza alla lista più votata – Camera
2° Quesito – modulo colore bianco
Premio di maggioranza alla lista più votata – Senato
Con i primi due quesiti referendari, il premio di maggioranza viene attribuito solo alla lista singola (e non più quindi alla coalizione di liste) che abbia ottenuto il maggior numero di seggi. La soglia di sbarramento viene elevata al 4% alla Camera e all’8% al Senato.
Si elimina così la frammentazione: sulla scheda appare un solo simbolo, un solo nome, una sola lista per ciascuna aggregazione.

3° Quesito – modulo colore rosso
Abrogazione candidature multiple
La facoltà di candidature multiple viene abrogata sia alla Camera che al Senato. Oggi il candidato eletto in più circoscrizioni, optando per uno dei vari seggi ottenuti, consente ai primi dei non eletti di subentrargli. Nell’attuale legislatura un terzo dei parlamentari è stato scelto per grazia ricevuta, dopo le elezioni, da chi era già stato eletto.








Copyright (c)2006-2020 - Brolesi.it - Tutti i diritti riservati