Home Page Brolo Suggerimenti Segnala Brolesi ad un amico Contattaci Chi siamo
Nome Utente:
Password:

    Home Page
    Bacheca
    Il Muretto
    Articoli
          leziioni di balli carai...
          leziioni di balli carai...
          le interviste di sgna...
          stazione fs di brolo
    Appuntamenti
    Cronaca Locale
    Cerca nel Sito
    Recensioni
    Profili Personali
    Photo Blog
    Brolesi nel mondo
    Siti Segnalati
    News
    F.A.Q.
    Scambio Banner
    Pagine Dinamiche
          Detti Siciliani
          Elezioni 2007
          Estate 2008


Un sito al giorno  Un sito al giorno....



Hai un sito personale? Un blog? O anche un sito che ti piace e che vuoi far conoscere ad altri?

Segnalacelo!


    






 



V-Day
“L’8 settembre sarà il giorno del Vaffanculo day, o V-Day. Una via di mezzo tra il D-Day dello sbarco in Normandia e V come Vendetta. Si terrà sabato otto settembre nelle piazze d’Italia, per ricordare che dal 1943 non è cambiato niente. [...]”

Moderatore: GiM

Il muretto appartiene alla categoria Attualità

Il muretto è stato visitato 1429 volte
Entra elenco sezioni...
e poi un altra cosa. di -->The DucA<--
27 Set 2007 ore 19:06

e poi un altra cosa!questi partiti.
vi spiego il mio punto di vista che poi credo sia la verità che sa solo chi l ha fatto.
Berlusconi è sia una M*a ma soprattutto un genio.
ha lasciato un paese allo sbando, le casse dello stato semivuote, ha fatto leggi strane, ha cambiato la legge elettorale.
su questo si è basato, lui aveva fatto il famoso tridente, Berlusconi Fini Casini, per aver più possibilità di far andare la destra al potere,anche se vinceva UDC sarebbe stato sempre lui a dirigere la baracca e questo si sa.
ora questa legge elettorale che lui ha fatto, cioè con il proporzionale, promuove di fatto un multi partitismo, quindi a sinistra a governare si trovano tutti i partiti, Ulivo comunisti DS e verdi a altri.
ogni partito ha il suo punto di vista e idea di governo e quindi ognuno tira per la sua barca e nella maggioranza è per questo che non c è unità!non c è maggioranza, ma c è solo un gruppo di persone che litigano pure su come si deve respirare.
e questo l ex premier lo pensava, e per questo ha fatto la legge elttorale con il proporzionale per sperare in una crisi di governo,e caduta la sinistra tornare subito al potere, ma “grazie” al rimpasto siamo ancora con la sinistra al governo, ma state sicuri che con la destra la musica non cambia.




Ma adesso BASTAAAAA!!!!!!!! di -->The DucA<--
27 Set 2007 ore 18:57

ma insomma!siamo in un paese o in un porcile?
ma non è possibile!basta con questa maledettissima olemica!
Il V-DAY è stato un giorno che a molti italiani avrebbe dovuto aprire gli occhi, ma non è stato così per i politici che essendo loro al certo della questione si sono sentiti presi di mira per delle cose che son più che vere.
Reputo Beppe Grillo una persona intelligente e soprattutto che sa dire la verità.
E’ proprio questo il pomo della discordia: LAverità. la verità ai politici sia a destra che a sinistra fa troppo male, e la si critica dicendo che il V-day è una specie di movimento antipolitico!si va dicendo che il V-day in pratica aizza le folle!si va dicendo che il V-Day è stato un tentativo da parte di Grillo di entrare in politica!
MA CHE CAZZO STATE DICENDO!
il V-day è stato un girono per dirci:Italiani apriamo gli occhi.
se non non arriviamo alla fine del mese, c è gente che in un mese senza far nulla ha quantoavete voi in una vita di sacrifici sofferenze e lavoro vero.
Signori miei, nesuno lo vuole amettere ma molti lo sanno, i politici prendono un mucchio di soldi!un mucchio, ma che dico un monte di soldi!e per far cosa? per mandare avanti il notro stramaledetto paese che sta andando in rovina?o per “il bene degli elettori-cittadini”?no miei cari, i politici hanno le loro buste paga così profumate perchè devono farsi le ville su terreni abusivi, si devono comprare panfili da150000 euro, devono andare con la famiglia ai Gran premi di F1. E chi paga tutto questo, chi?noi!noi! e solo noi! noi che siamo impiagati, noi che siamomuratori, noi che siamo PRECARI, noi che non sappiamo se spendere 50€per mangiare o per mandare i nostri figli a scuola.
invece noi tutti sappiamo che questi signori non con le carte da 50, ma con i fogli da 500€ al mattino si puliscono il culo!e spendono e spandono come e quanto vogliono, e tutto va avanti!e tutto va bene, perchp chi deve vedere non vede non sente e non parla!perchè orami il sistema è stato forgiato così e niente almeno per ora lo può far cambiare.
Sapete lo stipendio di un poltico?da 20 a 35000€ al mese!!!più indennizzi alberghi e tutto.
ma poi lusso dei lussi, L AUTO BLU!sapete quanto costa ogni auto Blu?almeno 60000€.certo auto con telefono, navigatore, tv, interni in pelle e tutti gli optional del caso sono i mezzi di trasporto di un paese che economicament sta battendo la fiacca, vuoi la concorrenza, vuoi altro, stiamo battendo la fiacca. in più non c è solo la macchina ma anche l autista, che il suo bel gruzzolo se lo prende di certo, quindi le spese non sono indifferenti per le povere casse dello stato.
Ma si risparmierebbero almeno 3MLD!!!di €! se gli stipendi e le auto e tutto il resto fosse dimezzato di almeno il 50%!e quindi la finaziaria tanto criticata non sarebbe poi così pesante come si dice per ora, e un povero pensionato non prenderebbe 500 euro al mese ma ne prenderebbe almeno 700!
ma questo non è possibile, i poltici devono mangiarli i soldi, perchè di sicuro non c è uno di quei 915 parlamentari che è li per il bene del paese.
chiuso queto argomento ne apro un altro. ora il Grido ITALIANI fatto da Grillo fa ritornare al 1922!quando un “Tale” lo sbraitava da una stanza di palazzo Venezia e in molte piazze italiane colme di folla gioiosa e ora questo Grido lanciato da Grillo viene intesso antipolitico, fascista, che ADDIRITTURA POTREBBE PROVOCARE UNA SOMMOSSA POPOLARE!!!ma magari!visto lo schifo!quando invece i signorini che siedono in un arena dove si mescolano insulti a numeri, non si rendono conto che quello che viene detto è solo la verità, che quelo che viene detto è uno schifo per la loro immagine, è una vergogna per il nostro paese!
quindi politici non mascherate la verità dietro l antipolitica, dietro il fascismo, perchè cari miei, sapete tutti benissimo che la poltica E’ la COSA PI§ SPORCA CHE ESISTA.
la destra critica il v- day per l antipolitica, e la sinistra invece perchè ha visto calare la sua percentuale di consensi. ma per favorem pesnate a far andare avanti il paese che è meglio!
non possiamo far finta di nulla.dobbiamo far in modo che la politica cambi.
in nessun paese ci sono costi per la politica così alti. è una vergogna.
e dal punto di vista economico, non è possibile che si ha la moneta più forte del mondo e non la si riesca ad usare nel migliore dei modi. E’ scandaloso per far un euro ci vogliono 1,41$!!! e questo non capita sempre!da un pò l euro contro il dollaro sale di valore in continuazione e solo noi in italia abbiamo problemi!
no!non ci sto!!!
RAGAZZI DOBBIAMO LEVARCI DA DAVANTI GLI OCCHI LE FETTE DI PROSCIUTTO(O MORTADELLA) CHE CI IMPEDISCONO DI VEDERE LA VERITà.

mi scuso con tutti i facnti partre del sito per il linguaggio scurrile, ma l evento richiedeva questo lessico.





Letture consigliate di GiM
24 Set 2007 ore 21:58

Vorrei suggerirvi il seguente articolo (un po’ lungo, ma ne vale la pena): www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2007/09_Settembre/24/casta.shtml

Si intitola: I costi della politica salgono ancora - La Casta promette e non mantiene, di Sergio Rizzo & Gian Antonio Stella sul Corriere del 24 settembre 2007.

Vi riporto i paragrafetti presenti:
- Cosa deve accadere, perché capiscano?
- Non sono bastati infatti mesi di discussioni
- Macché: non vogliono capire. Non tutti, certo
- GLI STIPENDI E GLI AFFITTI
- Ricordate cosa avevano assicurato
- Quanto agli affitti per i palazzi a disposizione
- LE SPESE PER I VIAGGI
- Ma mai quanto quella dei costi dei gruppi parlamentari
- DEMOCRAZIA E ANTIPOLITICA
- Eppure, guai a ricordarlo
- Ma quale autorevolezza hanno per liquidare Grillo
- E la destra che, Udc a parte, ha firmato col proprio questore
- BILANCI TRASPARENTI



terrorismo psicologico di Alekos
19 Set 2007 ore 22:22

Oggi il TG2 ha attuato un attacco terroristico!
Il direttore in un suo commento al V-Day ha cercato, non solo di screditare la manifestazione (cosa più che lecita), ma anche di indurre gli ascoltatori ad aver paura dei movimenti legati a Grillo.

Sconvolgente.



Dubbi di GiM
19 Set 2007 ore 11:53

Anche gli ex presidenti della repubblica “rispondono” a Grillo. Ciampi dice che «la politica si deve fare soprattutto nell’alveo delle istituzioni».
Perché, secondo voi, il V-Day (e Grillo) fanno così paura ai politici? In questo loro atteggimento c’è da leggere una consapevolezza (cioè che i partiti sono espressione democratica), o forse un timore che il vento Grillo (ma soprattutto l’Italia che si sta ridestando) li spazzi via, cancellandone poteri e privilegi?



Re: Per discutere... di GiM
18 Set 2007 ore 08:58

Anch’io concordo con quanto detto da Alekos, in piazza si è vista tanta parte di Italiani che sono stanchi di questo modo di far politica, sono stanchi di questi partiti!
Del resto è ovvio che non si può chiedere che i partiti vengano cancellati, poiché il partito è - anzi dovrebbe essere - uno dei luoghi del confronto democratico. Oggi, però, non è più così! Il partito è diventato il centro del potere e le dirigenze dei partiti i burattinai! Queste cose non vanno! E’ questo sistema di partiti che deve scomparire e cambiare (su questo mi trovo parzialmente d’accordo anche con teo).
Nella storia repubblicana degli ultimi anni siamo passati da grandi partiti di massa ad un universo costellato da una miriade di partitini! Ebbene, entrambe queste soluzioni hanno fallito, la seconda soprattutto poiché ci ha portato alla situazione in cui il micro-partitino di turno vuol dettare le regole della vita democratica. E’ inconcepibile!
Sotto quersto aspetto mi allineo a quanto detto da enneerre. Solo che aggiungo che affinché un partito - oggi - possa definirsi di massa (più avanti spiegherò meglio cosa intendo io) deve avere dei valori (etici, morali, politici) condivisi e delle basi concrete. Deve tornare ad essere un luogo di confronto aperto, dove le decisioni partono dalla base per arrivare ai vertici e non il contrario, come oggi accade (e ne è sintomo l’attuale legge elettorale... che tutti vogliono cambiarla, ma nessuno lo fa concretamente!).

Per me il “partito di massa” è quel partito che riesce a farsi portavoce di una realtà concreta, di quello che la gente vuole e - dualmente - la gente in esso, nei suoi valori, nei suoi ideali si rispecchia! Io auspico una semplificazione dell’attuale panorama politico, una riduzione di partiti a fronte di una polarizzazione a 3, in cui per poter governare bisogna confrontarsi su posizioni diverse ma non troppo distanti. Non è detto che si traduca in ingovernabilità, ma sicuramente l’Italia ne uscirà meglio e più coerente, senza che un ministro scenda in piazza contro se stesso! Allucinante solo l’idea... eppure (io direi a questi qui: volete protestare? Liberi di farlo, ma prima dimettetevi dalle vostre cariche istituzionali)!

Riguardo la manifestazione di Grillo. Ha già avuto successo! E’ riuscito a smuovere la politica... è riuscito anche a “far tremare” (ma questo state tranquilli che non ve lo diranno) perché si sono accorti che l’Italia è stanca di tutti costoro (burattini nelle mani di “qualcuno”) e vuole tornare ad essere protagonista di se stessa! La legge popolare proposta non è una risposta di pancia, anzi, il suo successo è il termometro di una situazione giunta al collasso e solo chi non riesce a guardare al di là del proprio interesse particolare non se ne rende conto, beandosi di una situzione che lo ha portato ad essere “il più forte”, ma che già si rende conto che sta precipitando nel baratro senza paracadute e non sa come parare la caduta se non sparando a zero contro chi ritiene in qualche modo responsabile di questa caduta... caduta che però ha un solo responsabile: se stesso!

Sulle liste civiche: hanno già vinto e lo vediamo nei nostri paesi, dove i Sindaci sono tutti espressione di liste civiche (più o meno politicizzate)! Il passo successivo che tali liste dovranno fare è quello di staccarsi dalla politica tradizionale, ma non per fare antipolitica, ma per riappropriarsi della Politica autentica, che non si fa nelle sedi dei partiti!

PS: scusate la lunghezza!






Re: Per discutere... di teo
17 Set 2007 ore 23:44

Populismo è secondo me farsi portavoce dell’opinione comune soffermandosi ad un’analisi superficiale della realtà.
Con questo intendo dire che la legge popolare e le liste civiche sono risposte di pancia, immediate e non meditate ai problemi della politica.

E inoltre: cosa succederà se le liste civiche di Grillo falliranno? O peggio se avranno successo e allora dovranno mantenere quello che hanno promesso?

Una parola anche su quanto detto da ennerre:
non bisogna “tornare ai grandi partiti di massa” che al giorno d’oggi non hanno e non possono avere più alcun senso. E’ esattamente il contrario, la politica deve andare avanti e superare se stessa (e questo vale anche per la politica locale...)



Re: Per discutere... di Alekos
17 Set 2007 ore 21:21

ank’io non ci posso credere!
però una domanda...
cosa sono i partiti di massa?



Re: Per discutere... di enneerre
17 Set 2007 ore 17:14

incredibile ma vero!
non riesco a dissentire più di tanto da quanto scrive Alekos.
aggiungerei, però, che è antipolitica pretendere di distruggere i partiti.
il timore è che partendo da alcuni assunti condivisibili si finisca, anche inconsapevolmente, percontribuire ad alimentare il caos, l’anarchia ed il qualunquismo.
bisognerebbe, se mai, tornare ai grandi partiti di massa ed organizzati i quali sono l’unica garanzia partecipativa per i cittadini.
bye



Re: Per discutere... di Alekos
17 Set 2007 ore 15:05

mi permetto di dissentire.
Il V-Day è stato organizzato (in tutte le piazze) da gente a cui non va bene che ci siano dei pregiudicati in parlamento.
E’ stato organizzato da gente come noi a cui non va bene che i partiti scelgano gli eletti.
E’ stato organizzato da gente che è stufa di vedere sempre le stesse facce che parlano in televisione e vuole che si lavori seriamente per il bene dello stato.
Non è qualunquismo fare i nomi dei “condannati in via definitiva” che fanno le leggi.
Non è populismo chiedere alla gente di andare a sottoscrivere una legge.
Non è antipolitica chiedere con un metodo più che democratico che le cose cambino.

E’ populista quel ministro che dice di voler scendere in piazza contro il proprio ministero; è populista quell’ex ministro della repubblica che inneggia allo sciopero fiscale e continua a dire Roma Ladrona; è populista quel “onorevole” che inneggia alla guerra santa facendo pisciare un maiale in un terreno sacro ai mussulmani; è populista un parlamento che da il nome di un defunto ad una legge scritta male.

E’ antipolica quel sistema che non permette ai cittadini di mettere parola su ogni scelta degli eletti; è antipolitica l’aver perso contatto con i problemi della gente; è antipolitica usare l’informazione per difendersi o attaccare.

Sabato 8 settembre 2007, in Piazza, non sono scesi i comunisti, o i cattolici, o i fascisti.
Sabato 8 settembre 2007, in Piazza, non è scesa gente di sinistra o di destra.
Sabato 8 settembre 2007, in Piazza, non sono scesi i fans di Beppe Grillo ma tanta gente che è stanca delle azzuffatine mediatiche e delle promesse non mantenute; gente che è stanca dei numeri da audience e delle statistiche da share; gente che vuole che le cose cambino e che la rivoluzione, stavolta, si faccia in maniera legale e pulita.

Alle prossime amministrative chi si vorrà candidare senza il sostegno di nessun partito ma con l’esclusivo aiuto delle proprie idee potrà (se vorrà) avere una “certificazione di qualità” (ISO BEPPEGRILLO2007). Cosa c’è di populista in questo? Cosa c’è di antipolitico in questo? Cosa c’è di qualunquista in questo?





Copyright (c)2006-2020 - Brolesi.it - Tutti i diritti riservati