Home Page Brolo Suggerimenti Segnala Brolesi ad un amico Contattaci Chi siamo
Nome Utente:
Password:

    Home Page
    Bacheca
    Il Muretto
    Articoli
          leziioni di balli carai...
          leziioni di balli carai...
          le interviste di sgna...
          stazione fs di brolo
    Appuntamenti
    Cronaca Locale
    Cerca nel Sito
    Recensioni
    Profili Personali
    Photo Blog
    Brolesi nel mondo
    Siti Segnalati
    News
    F.A.Q.
    Scambio Banner
    Pagine Dinamiche
          Detti Siciliani
          Elezioni 2007
          Estate 2008


Un sito al giorno  Un sito al giorno....



Hai un sito personale? Un blog? O anche un sito che ti piace e che vuoi far conoscere ad altri?

Segnalacelo!


    






 



Chiesti otto anni per Cuffaro

Il muretto è collegato all'articolo Chiesti otto anni per Cuffaro.

E’ una notizia che si commenta da sola! Ma ogni volta resto sorpreso da come certe notizie non ci sfiorano nemmeno, tanto le consideriamo “normali”!
Se fossimo stati in un altro paese occidentale, anche solo il sospetto avrebbe fatto si che la persona si dimettese immediatamente! In Italia, invece, la normalità è che sia la magistratura ad essere attaccata, inquisita e condannata... dagli imputati!
E noi, pseudo-difensori dello Stato Italiano, pronti a scaldarci per difendere questo o quello... ce ne stiamo in silenzio... un silenzio molto pesante!


Otto anni di carcere. È questa la condanna chiesta dal procuratore aggiunto Giuseppe Pignatone nei confronti del presidente della Regione Sicilia, l’esponente dell’Udc, Salvatore Cuffaro. Il governatore è imputato di favoreggiamento a Cosa Nostra e rivelazione di notizie riservate nel processo alle cosiddette talpe della Direzione distrettuale antimafia di Palermo. La Procura del capoluogo siciliano ha chiesto inoltre 18 anni di carcere per l’imprenditore Michele Aiello, accusato di associazione mafiosa. Per l’ex maresciallo dei carabinieri del Ros Giorgio Riolo, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, è stata chiesta la pena a nove anni con la diminuente per il rito formulato in sede di giudizio abbreviato. [...].

L’articolo intero lo trovate su: www.corriere.it/cronache/07_ottobre_15/cuffaro_mafia.shtml

Moderatore: GiM

Il muretto appartiene alla categoria Collegati ad Articoli

Il muretto è stato visitato 1594 volte
Entra elenco sezioni...
Re: Nuovo?!?!?!? di Cammelu
4 Mar 2008 ore 22:08

Ci tengo a dire che comq io le elezioni regionali, le ritengo una cosa completamente a parte, rispetto all’elezione del presidente del consiglio.
Per quanto mi riguarda, subentrano anche altri fattori, come la storia di certi partiti, che nel tempo continuano ad essere contraddistinti sempre da “certe” persone, che inevitabilemente mi costringono a votare in queste elezioni regionali con i paraocchi.



Re: Nuovo?!?!?!? di archifra
3 Mar 2008 ore 18:04

vedi di seguirle.....presenteranno liste assieme!



Re: Nuovo?!?!?!? di GiM
3 Mar 2008 ore 12:27

No, non sto pensando e guardando all’UDC. Troppe scelte scellerate nella nostra Sicilia (tra cui quella da te menzionata).
Penso alla Rosa Bianca. Sperando che possa portare un po’ di novità... e soprattutto che mantengano liste separate (non ho seguito le ultime evoluzioni).



Re: Nuovo?!?!?!? di archifra
3 Mar 2008 ore 12:18

Scusami Gim ma quella che tu definisci -“Una forza moderata che guarda all’Italia ed ai suoi valori (che sono quelli dei cittadini, di tutti, non solo delle minoranza rumorose pronte a gridare allo scandalo se qualcuno non la pensa come loro) e cerca di guardare prima alle necessità degli italiani e poi a quelle “lobbistiche””- è per caso la stessa che candida Cuffaro capolista al senato?



Nuovo?!?!?!? di GiM
3 Mar 2008 ore 11:06

Io, in Veltroni e Berlusconi vedo solo una maschera. Cercano di mostrare una faccia di rinnovamento che nei fatti non c’è! Cosa c’è di rinnovamento in due partiti che, a parte il nome, non hanno nulla di nuovo? Nè nelle proposte, nè nell’impostazione politica, nè nelle facce? A mio avviso stanno cercando di “prendere per il culo” gli italiani con una manovra puramente partitica e calcolata.
L’unica cosa nuova del PD è l’aver scaricato la sinistra massimalista (finalmente si è reso conto che nella loro cultura politica non c’è lo stare al governo del paese?). Ma più che una scelta voluta è stata una scelta dovuta. Era impossibile andare avanti su quella linea.
L’unica cosa nuova del PdL è l’esser rimasto coerente con le scelte iniziali delle alleanze (volute o subite?).

E’ questo il nuovo della politica italiana? Gran belle novità!

Tu accusi “pochi nostalgici” centristi di seguire vecchie logiche, italiani che vedono in un centro rinnavato l’alternativa reale a questo sistema bipolare italiano malato. Certo, anche lì le facce sono troppo spesso le stesse (ma mi pare che sia così ovunque... purtroppo), ma almeno si è proposta una alternativa reale al PD(S) ed a Berlusconi. Una forza moderata che guarda all’Italia ed ai suoi valori (che sono quelli dei cittadini, di tutti, non solo delle minoranza rumorose pronte a gridare allo scandalo se qualcuno non la pensa come loro) e cerca di guardare prima alle necessità degli italiani e poi a quelle “lobbistiche”.

Io guardo ai fatti, e i fatti dicono che il Veltronismo (PD) e il Berlusconismo (PdL) hanno fallito entrambi (l’unica cosa positiva che c’era nel centro sinistra era Prodi). Hanno di fatto creato 2 poli che nemmeno si parlano, esasperando le divisioni più che cercando i punti di contatto.

Allora cerchiamo una alternativa vera, moderna e moderata. Almeno questa volta posso scegliere (seppur in maniera limitata perchè i candidati/eletti li scelgono sempre nei Palazzi... e non sempre queste scelte sono felici).

Nota a margine: per me la politica italiana potrà considerarsi rinnovata quando, in seguito ad una sconfitta, chi ha guidato la coalizione perdente si dimette e se ne va a casa, ritirandosi dalla politica attiva... il tutto accompagnato da una continua attenzione alla formazione politica dei giovani.



Re: di teo
2 Mar 2008 ore 19:18

Il cambiamento dei costumi politici italiani sta avvennendo nei fatti e non nelle parole. Veltroni e Berlusconi stanno cambiando la politica facendo scelte diverse da quelle del passato e, per molti versi, rischiose.
Invece di seguire le vecchie logiche, a cui (pochi) nostalgici vorrebbero tornare, loro stanno superando le vecchie idee democristiane, comuniste e fasciste per fondare nuovi partiti pronti ad affrontare il futuro ed in linea con quello che sta succedendo nel resto dell’Europa.

Il cambiamento si vede dai fatti e sicuramente questi fatti e questo cambiamento non si vede in Sicilia.
Ha perfettamente ragione Cammelu a scandalizzarsi perchè dopo il governatore Cuffaro, accusato e condannato a 5 anni (e, ricordiamo, dimessosi per un vassoio di cannoli e non per la condanna) ci ritroviamo Lombardo.
Non solo, dopo il teatrino della settimana scorsa, ci ritroviamo la stessa coalizione compresa l’Udc di Cuffaro ed il suo cuffarismo. E ci ritroveremo, in caso di loro vittoria, lo stesso clientelare e “siciliano” modo di fare politica che abbiamo visto e spesso contestato in questi ultimi anni.

Non guardiamo alle persone, tutti i personalismi dal Berlusconismo al Cuffarismo passando per il Veltronismo sono dannosi, ma guardiamo ai fatti.
Chi vuole cambiare la politica e il modo di fare politica in Italia e in Sicilia?






Re: di GiM
28 Feb 2008 ore 23:38

Quello che dici è vero, ma non dimentichiamo mai, però, che ci sono anche tante persone impegnate che ci credono veramente nella Politica (anche impegnate nei partiti). Ma purtroppo a queste persone viene lasciato poco spazio perché sono presenze che disturbano e, soprattutto, mettono in discussione i privileggi!
Noi, d’altra parte, non dobbiamo mai smettere di sperare e batterci per un cambiamento dei “costumi politici” italiani.



<nessun titolo> di Cammelu
28 Feb 2008 ore 23:08

Lo so infatti la frase era generica; la frase “credo che ancora più deludente saranno coloro che lo voteranno.”
mi ha dato l’impressione di aver fatto propaganda politica, per questo credo di aver sbagliato, ma ovviamente i fatti accaduti rimaranno tali e incontestabili.

Quello che sottolinei d’altronde è vero, e come ogni campagna elettorale si promette sempre e mai si fa, e questo determina una grande sfiducia nei partiti.
Per me mancano le basi, e cioè le regole, qundi inevitabilmente si arriva a quello che hai scritto, e di conseguenza come ho scritto precedentemenete mi sento preso per .........



Re: di GiM
28 Feb 2008 ore 14:16

Scusa Cammelu, il mio non voleva essere un accusarti o un difendere l’UDC: non lo merita per delle sue scelte “poco fortunate”... soprattutto nella nostra regione.

Voglio provare qui a riflettere, invece, su altro... partendo cmq dal tuo spunto.

Io ritengo che tutti i partiti, sotto il punto di vista degli ideali, debbano essere rispettati. Poi io posso o no rispecchiarmi e condividere questi ideali. Ognuno è libero di aderirvi... e di votare per chi reputa migliore e più vicino a sè.
Ciò che è molto discutibile (in TUTTI i partiti oggi presenti in Parlamento) sono le persone che dovrebbero incarnare questi ideali. Sono loro ad essere deludenti, non il partito in sè (salvo rare eccezioni).
Purtroppo l’attuale legge elettorale è fatta in modo che sono le segreterie a comandare e decidere chi siede in parlamento, non noi cittadini. Sono questi uomini attaccati alle poltrone che hanno fatto sì che tutti noi italiani onesti ci “schifassimo” di questi partiti.
Ecco perchè ritengo utile votare per qualcosa di nuovo nel panorama politico, ma che comunque rispecchi i miei ideali. Anche se il mio voto sarà una minoranza e, a sentir PdL e PD, andrà sprecato. Ovviamente non sono d’accordo con questa affermazione. Credo che faccia differenza se i due menzionati raccolgano (insieme) il 90% o il 60%... e molta anche! Ecco, secondo me, il senso di votare liberamente, anche per chi non è tra i due favoriti.
Certo, la stampa e la TV stanno facendo di tutto per oscurare chi non si allinea a questa idea... che cattivo esempio di democrazia! E che delusione per un servizio pubblico pagato da tutti i cittadini poi...



Re: di Cammelu
28 Feb 2008 ore 13:51

Il mio post precedente sembra quasi un messagio politico,
mi dispiace davvero, perchè è giusto rispettare le idee a chiunque esse appartengono, ho esagerato, mi dispiace però mi sono arrabbiato, quando ho letto quello pagina web.
Gim hai perffettamente ragione, però mi sono soffermato sull’UDC perchè purtroppo non si possono prendere le difese di gente che ha fatto certe cose, e poi scusa la stessa cosa vale per Lombardo, perchè non scegliere gente pulita? è questo che mi da terribilmente fastidio, a maggior ragione in Siclia.
mi sento preso in giro tutto qui.
Ecco il motivo per cui ho parlato di un partito, ma il discorso come dici tu è molto più generale.





Copyright (c)2006-2020 - Brolesi.it - Tutti i diritti riservati