Home Page Brolo Suggerimenti Segnala Brolesi ad un amico Contattaci Chi siamo
Nome Utente:
Password:

    Home Page
    Bacheca
    Il Muretto
    Articoli
          leziioni di balli carai...
          leziioni di balli carai...
          le interviste di sgna...
          stazione fs di brolo
    Appuntamenti
    Cronaca Locale
    Cerca nel Sito
    Recensioni
    Profili Personali
    Photo Blog
    Brolesi nel mondo
    Siti Segnalati
    News
    F.A.Q.
    Scambio Banner
    Pagine Dinamiche
          Detti Siciliani
          Elezioni 2007
          Estate 2008


Un sito al giorno  Un sito al giorno....



Hai un sito personale? Un blog? O anche un sito che ti piace e che vuoi far conoscere ad altri?

Segnalacelo!


    






 



Welfare State
In vista di un esame di argomento sociale (operatore di comunità), chiedo aiuto a voi per poter approfondire al di fuori dei libri cos’è questa strana politica dei servizi che è chiamata Welfare State, o comunque cosa ne sanno i comuni cittadini del Welfare in generale...
...soprattutto viste le ultime novità in merito (che non ho potuto ben seguire...nè capire, lo ammetto!)

Moderatore: Adrian(a)naga ieo

Il muretto appartiene alla categoria Sociale

Il muretto è stato visitato 1348 volte
Entra elenco sezioni...
Re: Il Welfare di Nessuno
13 Dic 2007 ore 12:10

Anche la soluzione è semplicissima: nessun privileggio!



Il Welfare di teo
8 Dic 2007 ore 15:50

Se dire cos’è il welfare è, come dice anaga, semplice ancora di più lo è fare il punto della situazione in Europa e in Italia.

In europa ci si semplicemente resi conto che un modello di stato, oggi definito assistenzialista, non era sostenibile perchè i servizi resi costavano più delle entrate dello Stato.

Per questo, a partire dall’Inghilterra mi pare, si è proceduto ad un riorganizzazione e rifondazione dei compiti dello Stato pervenendo a quello che si è chiamato Welfare State (inteso come il modello di riferimento dei servizi che uno stato deve fornire ai propri cittadini senza andare in bancarotta) e che ora si sta cercando di realizzare in tutti gli stati (adattandolo ai singoli paesi).

In Italia non è stato così semplice e ci si è accorti un “poco” più tardi degli altri che il nostro stato sociale non poteva reggere (aggravato anche da fenomeni di clientelismo e “castismo” enormi), quando il collasso era ormai molto vicino.

Se l’introduzione del nuovo modello negli altri paesi ha comportato “lacrime e sangue”, nel nostro ovviamente è peggio di un eruzione del Vesuvio in contemporanea ad un terremoto-maremoto come quell del 1908.

La situazione in Italia è semplicissima: da un lato ci sono quelli che hanno dei privilegi e non vogliono perderli vita natural durante (e possibilmente anche dopo), dall’altra ci sono quelli che non hanno tutele e che probabilmente non le avranno mai (nel senso anche che alcune “tutele” non sono più neanche concepibili, come il posto fisso).

Penso di aver messo parecchio su cui discutere...

Ciao!



Focalizzazione di GiM
6 Dic 2007 ore 12:06

E per restare in tema, ma focalizzare l’attenzione al nostro paese: quale è (o dovrebbe essere) il ruolo dei comuni nello “Stato Sociale”?



Re: definizioni? di GiM
6 Dic 2007 ore 12:02

No, questo tipo di differenze è chiara, soprattutto nella nostra Sicilia (purtroppo). Anche se ritengo il problema, legato a questa differenza, molto più radicato anche nelle persone, non solo nei politici.

Riguardo il welfare, mi piacerebbe sapere come stanno, ad oggi, le cose... onde discutere a partire da ciò al fine di individuare vie di miglioramento, che anche se non verranno prese in cosiderazioni, certamente servono per sviluppare un senso civico adeguato.



Re: definizioni? di Alekos
6 Dic 2007 ore 09:29

La confusione che spesso fanno i nostri “amati” politici è tra “stato assistenziale” e “stato assistenzialista”.

c’è bisogno che continuo?



definizioni? di Adrian(a)naga ieo
4 Dic 2007 ore 23:52

Varie definizioni del welfare le ho giustamente trovate sui libri e a definizioni ero a posto. Mi chiedo perchè una questione che a definirla è così semplice, invece nella realtà viene presa con le pinze come se fosse chissà quanto complicata....e perchè si specula su questa complicatezza.






stato sociale di Alekos
4 Dic 2007 ore 02:30

spesso si fa confusione (e i media in questo sono maestri) tra politiche sociali e politiche del lavoro.
Forse la tua poca comprensione degli argomenti deriva proprio da questo miskiamento.
cmq, nella definizione ke ha riportato Giuseppe c’è l’essenza di cos’è il walfere.



Re: Definizione di GiM
1 Dic 2007 ore 00:43

Ovviamente non tutto può ridursi ad una definizione... anche perché ci son parecchie cose da dire... e ridire.

...e presto arriveranno anche le mie.



Definizione di GiM
1 Dic 2007 ore 00:27

Il welfare state (stato di benessere tradotto letteralmente dall’inglese), conosciuto anche come Stato assistenziale o Stato sociale, è un sistema di norme con il quale lo Stato cerca di eliminare le diseguaglianze sociali ed economiche fra i cittadini, aiutando in particolar modo i ceti meno abbienti.
(da it.wikipedia.org/wiki/Welfare_state)





Copyright (c)2006-2020 - Brolesi.it - Tutti i diritti riservati